More stories

  • in

    Pagamento delle spese mediche in contanti dei primi mesi del 2020, possibile recuperare la detrazione?

    L’Agenzia delle entrate non ha previsto nessun periodo di tolleranza per il mancato pagamento con strumenti tracciabili delle spese effettuate nei primi mesi del 2021. Stop ai contanti: dall’asilo al veterinario, ecco le detrazioni a rischio di Antonella Donati 11 Maggio 2021 Le indicazioni nella la guida “La dichiarazione precompilata 2021” con la prefazione scritta dal […] LEGGI TUTTO

  • in

    Ryanair in rosso per il Covid: perdite record da 815 milioni

    ROMA – Ryanair ha registrato una perdita di 815 milioni di euro per l’anno terminato il 31 marzo, rispetto al profitto di 1 miliardo euro l’anno precedente. Il traffico è sceso dell’81% a 27,5 milioni, rispetto ai 149 milioni dell’anno precedente. I ricavi si attestato 1,64 miliardi (-81%). Sui risultati pesano le restrizioni Covid-19. La […] LEGGI TUTTO

  • in

    Le Borse di oggi, 17 maggio 2021. Listini Ue in cauto rialzo, la ripresa cinese è forte ma sotto le attese. Il bitcoin scivola sotto i colpi di Musk

    MILANO – I listini europei si portano in cauto rialzo alla riapertura dei mercati europei, in una settimana in cui le Banche centrali riprendono la scena con appuntamenti sia sul fronte Fed (minute) che Bce (consiglio) e il fantasma dell’inflazione ad aleggiare sulla ripresa economica. Milano è tra le migliori e sale dello 0,3%, Londra, Parigi e Francoforte sono allineate intorno al +0,2% nei primi minuti. A Piazza Affari si guarda a Generali, che non registra scossoni nel giorno del cda anticipato dalla mossa di Francesco Gaetano Caltagirone che, come ricostruito da Repubblica, ha scritto ai consiglieri “con l’invito a riflettere sul futuro della compagnia e la richiesta di altre soluzioni” rispetto a quelle avanzate da Mediobanca per la governance della compagnia.

    Le Borse asiatiche si sono mosse in ordine sparso. L’ottimismo per la ripresa globale si scontra con alcune restrizioni che ad esempio sono arrivate a Taiwan, mentre in Giappone si alza qualche voce che chiede di rinviare le Olimpiadi per non rischiare. Shanghai ha guadagnato lo 0,8%, Shenzhen l’1,2% e Hong Kong lo 0,71%, mentre Tokyo ha chiuso in calo dello 0,92%.

    Lo spread tra Btp e Bund tedeschi apre in leggero calo sotto 120 punti. In avvio di settimana, il rendimento del decennale italiano si colloca all’1,05%. Partenza stabile per l’euro che scambia a 1,213 dollari.

    I dati macro provenienti dalla Cina dicono di una economia ancora in forte ripresa, seppur sotto le aspettative dei mercati. L’attività economica si è assestata a un passo più moderato ad aprile nel confronto con l’espansione record del primo trimestre, mentre le vendite al dettaglio hanno quasi dimezzato la spinta fino al 17,7% annuo. La produzione industriale, secondo i dati dell’Ufficio nazionale di statistica, è aumentata del 9,8% rispetto ad aprile 2020, frenando sul 14,1% di marzo, ma trovandosi in sostanziale linea con il consensus degli analisti (circa 10%). Anche l’aumento dei prezzi delle materie prime ha frenato la galoppata. Sul lato dei consumi, invece, le vendite al dettaglio sono cresciute del 17,7%, molto più lentamente del 34,2% di marzo e delle attese del 24,9%: l’aumento è il nono mensile di fila, ma il passo più debole da dicembre 2020, con la domanda iinterna in consolidamento dopo il crollo dello scorso anno nel pieno della pandemia del Covid-19.

    Continua la saga che collega Elon Musk, fondatore della Tesla, con il mondo delle criptovalute. Dopo aver fatto retromarcia sull’accettazione di bitcoin per l’acquisto delle sue vetture, per ragioni di impatto ambientale, ancora su Twitter ha lasciato intendere di avere scaricato il suo portafoglio della regina della criptovaluta. “I possessori di Bitcoin – ha ricostruito Bloomberg citando quel che ha scritto l’utente @CriptoWhale –  si schiaffeggeranno il prossimo trimestre quando scopriranno che Tesla ha mollato il resto dei loro Bitcoin. Con la quantità di odio che Elon Musk sta ricevendo, non lo biasimo…”. Pronta il commento di Musk: “Infatti..”,  quasi a confermare la tesi dell’utente a cui ha risposto. Sta di fatto che il bitcoin è arrivato a scivolare sotto 44 mila dollari, per poi risalire leggermente ma restare comunque a 20 mila dollari di distanza dai picchi di aprile.

    Tra le materie prime si segnalano prezzi del petrolio stabili in avvio di settimana, dopo la ripresa del servizio di Colonial Pipeline, vittima di un attacco informatico, e dall’altro lato dopo le nuove restrizioni in Asia a causa dell’aumento dei casi di Covid-19. Le quotazioni del greggio sono aumentate di quasi il 2,5% venerdì, registrando il terzo aumento settimanale consecutivo. Sui circuiti elettronici, il Wti segna +0,03% a 65,39 dollari al barile e il Brent -0,01% a 68,70 dollari al barile. In rialzo il prezzo dell’oro: il metallo con consegna immediata scambia a 1853 dollari l’oncia (+0,56%). LEGGI TUTTO

  • in

    Italiaonline cerca oltre 300 consulenti per accompagnare le imprese nel mondo del web

    ROMA – Durante il lockdown più severo si sono fatti conoscere in modo capillare. Con tutti gli italiani  davanti alla tivù in attesa della conferenza stampa del Cts con l’aggiornamento del bollettino giornaliero, i loro spot bucavano lo schermo con una canzoncina che si adattava perfettamente al momento del “tutti chiusi in casa”. Diceva “Italiaonline e ci guadagni online”. Un messaggio a chi ha patito di più le chiusure, artigiani, commercianti e Pmi. In realtà loro sono lì da anni, ma con la pandemia, che ha chiuso molte attività temporaneamente, la digitalizzazione delle imprese per lo più quelle piccole, dai negozi agli artigiani, sembrava l’unica speranza di sopravvivenza. E per molti lo è stata. 

    Ora è arrivato anche il Recovery Plan che indica la strada: digitalizzarsi. Convincere e aiutare le Pmi a entrare nel grande business che si gioca su Internet, quello che fa Italiaonline. E visto che durante la pandemia è andata bene, hanno deciso di crescere. La società è alla ricerca di 350 venditori o Account (o consulenti del web), capaci di accompagnare passo passo e anche in presenza, le Pmi, sul web, una sconfinata prateria per chi vuole vendere, in Italia o all’estero. Ottanta li hanno già trovati. Ma non bastano. “E’ stato difficile assumere durante il lockdown – spiega Fabio Peloso capo della Rete vendita – ma andava fatto. Noi siamo tra quelle aziende che non hanno sofferto le chiusure, anzi erano le Pmi che ci cercavano per risolvere i problemi immediati e l’abbiamo fatto”. Nata nel 1994 come sito di ssistenza alla navigazione su internet, divenuto poi portale di accesso a contenuti di Infostrada prima e Wind poi, oggi è la principale web company italiana (se si escludono gli over the top come Google). Già oggi ha il 12% del mercato delle Pmi e fattura 300 milioni l’anno. 

    Ma che figure cercano? Account, cioè consulenti, capaci di accompagnare le Pmi sul mercato del web. “Il consulente – spiega Peloso – è la formula più evoluta di venditore – capace di portare le aziende nel mondo Internet. Che va dal far apparire i prodotti in una vetrina virtuale a fare pubblicità sul web, a comunicare sui tanti canali digitali. Specialisti che lavorano a stretto contatto con i tecnici, quelli capaci di tradurre le idee in pratica. Messi insieme i consulenti sono un po’ come gli attaccanti di una squadra di calcio. Che siano donne o uomini non ha importanza, anzi già oggi diverse responsabili di territorio delle nostre 40 agenzie sono di sesso femminile”. Si cercano laureati, ma non esclusivamente. “Diciamo che i laureati – aggiunge Peloso – sono abituati a studiare e in questo lavoro, studiare, aggiornarsi è fondamentale. Il mondo del digital market è un po’ come la medicina: un tempo se stavi male cercavi un medico, oggi a secondo del male che hai, cerchi uno specialista. Benvenuti però sono anche i diplomati o quarantenni o cinquantenni che vengano dal settore. Ai giovani facciamo invece una prima formazione, affiancati da un coach”.

    Tutte le lauree vanno bene, anche se economia e comunicazione hanno una marcia in più nel settore. L’importante sono le skill e la logica, intesa come la capacità di entrare e uscire da un argomento”. La forza di Italionline è particolare. Loro accompagnano il cliente, anche fisicamente e lo seguono nel tempo. Ecco perché le 40 sedi territoriali. “Una formula unica in Italia”, a detta di Peloso.

    Ecco il link per candidarsi: https://italiaonline.it/corporate/lavora-con-noi/. Per ciò che riguarda i guadagni, la caratteristica della remunerazione degli Account è proprio quella di essere parametrata alla performance di vendita. E’ in funzione di un’attività che svolgono con autonomia. Al di là del rimborso spese-contributo dei primi 6 mesi è una percentuale che arriva fino al 50% del valore del venduto. LEGGI TUTTO

  • in

    Riforma Irpef, le proposte dei partiti: dalle aliquote ridotte alla mini flat tax

    ROMA – La riforma fiscale è sulla pista di decollo e c’è buona possibilità che nel 2022 avremo una nuova Irpef. La Commissione Bicamerale per l’indagine conoscitiva sulle tasse, dopo 61 audizioni e quattro mesi di lavoro ha quasi concluso il suo compito. Il ministero del Tesoro ha fatto sapere che non creerà una commissione […] LEGGI TUTTO

  • in

    Stipendi, il crollo dei variabili abbatte le buste paga. Tornano a crescere le distanze tra operai/dirigenti e uomini/donne

    MILANO – Stipendi fissi al palo, parti variabili che subiscono la mazzata dello stop alla produzione dei lockdown. E differenze che tornano ad ampliarsi a più livelli: tra vertice e fondo delle piramidi in azienda, tra uomini e donne, tra istruiti e non. Sono gli esiti del vasto Salary Outlook, l’osservazione sugli stipendi del 2020 […] LEGGI TUTTO

  • in

    Il test agli uffici del Fisco: in 62 casi su 105 i cittadini restano senza risposte o con informazioni sbagliate

    Dopo il nostro esperimento sui tempi di risposta delle Prefetture alle domande dei cittadini, abbiamo telefonato agli oltre 100 Uffici provinciali dell’Agenzia delle Entrate per effettuare un’indagine simile. [1] In questo caso la domanda riguardava le modalità per presentare un’istanza di revisione della rendita catastale di un immobile. Questa istanza, in base a quanto riportato […] LEGGI TUTTO