More stories

  • in

    Il voto dei mercati: “Il nuovo governo di centrodestra non farà quello che ha promesso”

    Aguardare i grafici delle Borse, un “caso Italia” non c’è. Piazza Affari ha ovviamente perso quota nel 2022 della guerra in Ucraina e dell’impennata dei prezzi dell’energia, ma più o meno come la media degli altri mercati azionari, punto più punto meno. A guardare il grafico dello spread uno specifico italiano esiste certamente, ma più che alla caduta del governo Draghi, alle promesse elettorali e all’avvicinarsi delle elezioni che hanno cambiato la fisionomia politica del Paese, l’allargamento della forbice dei rendimenti tra i bond italiani e quelli tedeschi è dovuto agli annunci e alle mosse della Bce. Che, per un’Italia indebitata per oltre il 150% del Pil, hanno naturalmente un peso diverso rispetto alla Germania o agli altri partner europei.

    Elezioni Italiane, timori e paure degli economisti e degli operatori dopo il voto

    di Flavio Bini, Eugenio Occorsio, Raffele Ricciardi

    26 Settembre 2022

    I programmi del centrodestra restano programmi

    Dunque, se è vero che anche i mercati finanziari votano – “con i piedi”, cioè con le scelte di portafoglio – l’analisi dei dati dice che tra gli investitori non c’è allarme rosso (immediato) per il successo elettorale del centrodestra, largamente previsto dai sondaggi, né per la politica economica e fiscale del prossimo governo. Non c’è allarme non perché i programmi dei partiti che hanno vinto le elezioni siano coerenti con il percorso di riequilibrio dei conti pubblici che il governo Draghi, nonostante la quantità di fondi profusi per affrontare le emergenze, ha tenuto sotto controllo. Non perché l’annunciata volontà di ridiscutere il Pnrr non rischi di aprire un fronte conflittuale con l’Europa. Non perché gli investitori non siano preoccupati per i ripetuti appelli all’italianità delle grandi aziende, per le malcelate voglie di statalismo, per la qualità di una nuova classe dirigente tutta da scoprire. Semplicemente perché i mercati credono che il centrodestra, alla prova dei fatti, non tradurrà i suoi programmi in atti di governo. Cioè non farà ciò per cui ha incassato un’altissima percentuale di consensi. LEGGI TUTTO