in

Letta: «Presidenzialismo danno a Paese e alibi per pieni poteri». Calenda: «Il superbonus va chiuso»

ServizioPolitica

A poco più di due settimane dal voto del 25 settembre la campagna elettorale si concentra sui temi delle riforme istituzionali e del caro energia. Il leader dem Enrico Letta dice un netto no alla riforma in senso presidenzialista sostenuta dal centrodestra mentre il leader del Terzo polo Carlo Calenda chiede di chiudere il superbonus

8 settembre 2022

Elezioni, Letta: chi vuole fermare destre può solo votare per noi
  • 9:18

    Calenda: questa è economia di guerra, dobbiamo dare appoggio allo scostamento

    «Sono venti giorni che chiedo di fermare la campagna elettorale e proporre a Draghi uno scostamento di bilancio, in cambio però della riduzione delle promesse impossibili perché altrimenti i mercati si spaventano. Questa è una situazione di economia di guerra e noi dobbiamo intervenire appiattendo le bollette anche perché Salvini e Putin, separatamente, stanno dicendo la stessa cosa: “o ci levate le sanzioni o vi mandiamo a gambe all’aria”». Lo ha detto a Radio anch’io il leader di Azione, Carlo Calenda. «È diventata una situazione di natura geopolitica, se vogliamo mantenere un sostegno per la questione ucraina dobbiamo mandare gli aumenti delle bollette a zero – ribadisce – fare come i francesi, solo che loro hanno un governo in carica, noi dimissionario grazie a Salvini, Conte e Berlusconi. Per questo dico che le forze politiche devono incontrarsi e dare a Draghi il pieno appoggio sullo scostamento di bilancio. Se non lo facciamo, perderemo il posizionamento geopolitico dell’Italia a favore dell’Ucraina».

  • 9:14

    Salvini: ora priorità bollette

    «Tutta la politica italiana si deve sedere attorno ad un tavolo per approvare un decreto con aiuti per tutti gli italiani, soldi adesso e poi il nucleare». Lo afferma Matteo Salvini parlando a Uno Mattina. «Abbiamo approvato tutte le sanzioni ma a sei mesi di distanza le casse della Russia si stanno riempendo e chi soffre siamo noi, chi sta pagando queste sanzioni sono i pensionati, le mamme i papà, gli operai. Il governo deve intervenire subito», prosegue Salvini ribadendo che ora la priorità è il contenimento delle bollette triplicate e delle cartelle esattoriali. Il leader della Lega è d’accordo sul fatto che sulle riforme costituzionali debbano essere coinvolti tutti i partiti.«La riforma della Costituzione è fondamentale, il presidenzialismo e un paese più moderno sono necessari ma ora – ribadisce – la priorità è rappresentata dalle bollette. E una politica seria deve ragionare in questi termini».

  • 9:02

    Calenda: il superbonus va chiuso

    «Il Superbonus deve essere chiuso, è sbagliato. Un concetto errato visto che alla fine spenderemo 45 miliardi quando servono a sanità e scuola». Così Carla Calenda, leader del Terzo Polo, intervistato da Radio Anch’io.


Fonte: http://www.ilsole24ore.com/rss/notizie/politica.xml


Tagcloud:

Giallo di Chiavari, Dna femminile sulla camicia di Nada Cella

Biotestamento, quei pazienti traditi dai Comuni: “Una Dat ogni 10 non viene depositata nella banca dati centrale”