in

Pensioni, ultimi tre mesi per Quota 102. Requisiti Fornero da gennaio

ROMA – Ultimi tre mesi per agganciare Quota 102 e anticipare la pensione a 64 anni di età e 38 di contributi. La misura sperimentale, introdotta dal governo Draghi per un solo anno come ponte tra Quota 100 e il ritorno pieno delle regole Fornero da gennaio 2023, finirà il 31 dicembre prossimo. Quello che conta nei prossimi tre mesi è “maturare il diritto“, ovvero raggiungere i due requisiti di età anagrafica e anzianità contributiva. Poi per “esercitare il diritto“, anticipando la pensione, c’è tempo anche dopo.

Pensione con Quota 100 per 450 mila persone. Ma Quota 102 è un flop, solo 3.800 domande

22 Giugno 2022

Ma come sta andando sin qui Quota 102? Gli ultimi dati dell’Inps mostrano un’adesione lenta e bassa: appena 3.860 domande nei primi cinque mesi di quest’anno. Il governo prevedeva 23.500 uscite tra 2022 e 2023, di cui 16.800 nel 2022. A meno di una corsa dell’ultimo minuto, questa forma di flessibilità previdenziale in uscita si sta rivelando meno utile del previsto. Forse perché, come ipotizzano diversi esperti, il bacino si era già svuotato con Quota 100, i cui requisiti – 62 anni di età e 38 di contributi – non erano in fondo molto diversi.

Esperto pensioni. Fai la tua domanda

E allora cosa ci aspetta da gennaio? Chi ha maturato i requisiti di Quota 100 e Quota 102 rispettivamente entro il 2021 ed entro il 2022 potrà continuare ad anticipare l’uscita in base a questi due scivoli. Esaurite le Quote, tutti gli altri si ritroveranno in pieno solo i requisiti Fornero. Questo perché il 31 dicembre scadono anche Opzione Donna e Ape sociale, sebbene tutti i partiti in campagna elettorale si siano impegnati a prorogarle. Si tratta in ogni caso di eccezioni alle regole Fornero: la pensione di vecchiaia a 67 anni con 20 di contributi oppure la pensione anticipata con 42 anni e 10 mesi di contributi (un anno in meno per le donne), a prescindere dall’età.

Pensioni, Cgil: “Quota 102/104 inutile, solo 10 mila interessati”. Salvini: “Ho scritto a Draghi: no a interventi a gamba tesa”

23 Ottobre 2021

La proposta della Lega di introdurre Quota 41 per consentire l’uscita con 41 anni a prescindere dall’età non è stata ufficializzata nel programma del centrodestra che invece parla di garantire una “flessibilità in uscita” senza però specificare come. Di sicuro la legge Fornero non sarà abolita, come continua a ripetere il leader leghista Matteo Salvini. Quota 41 può rappresentare l’ennesimo scivolo, un’altra eccezione all’impianto previdenziale di base che resta quello impostato dalla legge Fornero in vigore dal 2012.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

Genova, “quelle ispezioni sulle navi erano fasulle”: chiuse le indagini su Rina e membri della Capitaneria

Shay Mitchell ha mostrato i suoi nuovi capelli rossi alla Milano Fashion Week