in

Le Borse di oggi 3 agosto. Listini Ue in cauto rialzo. Dai Paesi Opec+ aumento limitato della produzione di petrolio

MILANO- Sale la tensione tra Stati Uniti e Ciina dopo la visita della speaker della Camera Nancy Pelosi a Taiwan. In risposta alla missione usa Pechino ha annunciato sanzioni commerciali nei confronti dell’isola, con lo stop all’export di sabbia (fondamentale per la produzione di semiconduttori) e lo stop all’importazione di alcuni prodotti alimentari. Le Borse terminano positive dopo una partenza debole: Piazza Affari registra +1,01%, Francoforte chiude le contrattazioni a +1,04%, Parigi segna un incremento dello 0,97% e Londra dello 0,54%. In Asia Tokyo chiude in rialzo dello 0,53% e così si orientano anche gli indici cinesi mentre frena solo Taiwan.

Sul fronte macro frenata per il settore dei servizi a luglio nei principali Paesi europei. L’Indice destagionalizzato S&P Global Pmi dell’Attività Terziaria in Italia ha registrato a luglio 48.4, segnando una contrazione rispetto a 51.6 di giugno. Si tratta della prima contrazione da gennaio dato il deterioramento delle condizioni della domanda. “La contrazione del settore terziario coincide con il severo calo della produzione industriale di luglio e, come risultato, con il primo declino della produzione del settore privato da gennaio 2021”, sottolinea Lewis Cooper, Economist presso S&P Global Market Intelligence

In calo le quotazioni dei contratti petroliferi dopo una giornata di rialzi, con il cambio di rotta probabilmente influenzato dal comunicato dell’Opec+ che ha annunciato un aumento della produzione a settembre di 100 mila barili al giorno, un incrmento modesto rispetto alle decisioni analoghe del passato. I futures del Wti perdono il 2,50% a 91,89 dollari al barile. Giù anche il prezzo del Brent, scambiato in questo momento a 98,03 dollari al barile (-2,42%).

10:43

Istat, cala il commercio al dettaglio a giugno

A giugno 2022 si stima una flessione congiunturale per le vendite al dettaglio (-1,1% in valore e -1,8% in volume). Lo rileva l’Istat spiegando che su base annua le vendite aumentano a giugno dell’1,4% in valore ma diminuiscono del 3,8% in volume rispetto a giugno 2021. Il dato è legato alla crescita dei prezzi. Nel trimestre aprile giugno si è registrata una crescita in valore dell’1,1% e una diminuzione in volume dello 0,3% rispetto al trimestre precedente

09:14

Gas a 204 euro  al Mvh

Il prezzo del gas europeo in apertura di mattinata è a 204 euro al Megawattora (MWh). La quotazione al TTF è ripresa all’hub olandese di Amsterdam, mercato di riferimento.

09:13

Spread in lieve rialzo

 Lo spread è in leggera salita. Il differenziale Btp-Bund si posiziona a 222 punti, a +0,95%

09:13

Euro poco mosso

L’euro è poco mosso in avvio di giornata. Il rapporto con il dollaro è a 1,0175, in lieve rialzo dello 0,1%. Nei confronti dello yen, la moneta unica è scambiata a 135,67 con un guadagno in questo caso dello 0,2%.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

Elezioni, con alleanza Si-Verdi e M5S il centrosinistra perderebbe 14 seggi uninominali

Amatrice, in otto mesi la Torre civica sarà restaurata e resa sicura