in

Le Borse di oggi, 22 giugno. Mercati in rosso dopo il rally di Wall Street. Btp Italia, ultimo giorno per il retail

MILANO – Ore 9:30. Il rally di ieri di Wall Street non trascina le Borse europee, che si muovono in calo in attesa che parli il presidente della Fed, Jerome Powell, al Senato americano per dare qualche indicazione in più sul direttivo di luglio e le prossime mosse anti-inflazione. Le scommesse sono per un nuovo rialzo di tre quarti di punto dei tassi d’interesse. Novità potrebbero arrivare dalla Casa Bianca, con il presidente Joe Biden che potrebbe annunciare oggi la sospensione temporanea della tassa federale sulla benzina di 18,4 centesimi al gallone. La notizia, che arriva da Reuters, è in linea con quel che Biden aveva detto lunedì: che stava valutando di chiedere una sospensione della tassa, operazione che incontrerebbe una notevole opposizione al Congresso, anche da parte di molti democratici.

Dopo le prime battute, Milano segna un calo di oltre il 2%, con Saipem in forte calo dopo il lancio dell’aumento di capitale: passa anche da una fase di sospensione. Male anche le altre: Francoforte -1,7%, Parigi -1,4% e Londra -1,3%.

Le indicazioni che sono giunte dai listini asiatici sono state di forte scetticismo intorno agli asset più rischiosi. D’altra parte, come nota Bloomberg, da Morgan Stanley a Goldman Sachs si sprecano le previsioni di analisiti ed economisti che mettono in conto tempi di magra per le azioni e le prospettive economiche.

Le Borse asiatiche, in una giornata volatile, hanno perso lo slancio ereditato da Wall Street: lo yen giapponese ha toccato un nuovo minimo di 24 anni rispetto al dollaro e Tokyo cede lo 0,07% dopo essere salito dello 0,82% e aver registrato il livello massimo da quasi una settimana a 26.462,83. Shanghai perde lo 0,24%, Hong Kong arretra dell’1,19% e Seul lascia sul terreno il 2,24%.

Il Btp Italia riparte oggi per la terza giornata di collocamento, l’ultima dedicata al comparto retail prima che si apra la finestra per gli investitori istituzionali. Nel secondo giorno di collocamento, martedì, la richiesta è andata affievolendosi pur restando su buoni livelli: la 17ma emissione ieri ha raccolto ordini per 2,444 miliardi di euro in oltre 74mila contratti. Complessivamente, così, nei primi due giorni di collocamento il Btp Italia ha totalizzato ordini per 5,85 miliardi di euro, meno degli oltre 8,7 miliardi (di cui 4,7 miliardi nel secondo giorno) dell’edizione precedente del maggio 2020. La fase dedicata agli istituzionali avrà luogo nella sola giornata di giovedì 23 giugno. Il Btp Italia ha una durata di 8 anni e ha una scadenza al 28/06/2030 ed è un titolo indicizzato al tasso di inflazione italiana, con cedole corrisposte ogni 6 mesi insieme alla rivalutazione del capitale per effetto dell’inflazione dello stesso semestre. Il tasso reale minimo fissato pre-emissione è dell’1,6% e potrà esser ritoccato solo al rialzo.

I prezzi del petrolio viaggiano in calo sui mercati asiatici in seguito alle pressioni del presidente degli Stati Uniti Joe Biden sulle principali società energetiche del Paese per ridurre l’impennata dei costi del carburante durante il picco dei consumi estivi: il greggio Wti cede il 4,34% a 105,85 dollari al barile mentre il Brent del mare del Nord arretra del 3,03% a 111,16 dollari al barile.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

Ucraina, le comunicazioni di Draghi alla Camera. DIRETTA

Saipem, il cda parte con l'aumento di capitale da 2 miliardi. Titolo a picco