in

Le Borse di oggi, 14 gennaio. Listini Ue in calo in scia a Wall Street

MILANO- Seduta fiacca per le Borse europee sul finale di settimana. I fari dei mercati restano puntati sulle prossime mosse della Fed sui tassi d’interesse e sull’andamento al rialzo dell’inflazione. Tra gli investitori si guarda anche all’andamento dei contagi di Omicron con le eventuali misure di contenimento e gli effetti sulla ripresa economica. I listini restano in scia alle vendite che hanno colpito ieri in particolare il settore tech e auto, trascinando al ribasso gli indici principali. Milano perde lo 0,85%, Londra lo 0,44% Francoforte lo 0,75% e Parigi lo 0,93%.  e Borse asiatiche concludono la seduta in calo . Tokyo archivia la settimana in calo dell’1,28%. A contrattazioni ancora in corso è in rosso anche Hong Kong (-0,48%), Shanghai (-0,81%), Seul (-1,36%) e Mumbai (-0,44%). In controtendenza Shenzhen (+0,1%).

Sul fronte macroeconomico in arrivo il Pil di Germania e Regno Unito, l’inflazione di Francia e Spagna e la bilancia commerciale dell’Eurozona. Prevista anche la produzione industriale della Gran Bretagna e degli Stati Uniti. Dagli Usa in arrivo la fiducia dei consumatori, le vendite al dettaglio e le scorte delle imprese.

Tra le valute, euro poco mosso sul dollaro con la moneta unica europea  è a quota 1,1466 sul dollaro. L’euro scende nei confronti della yen a 130,49. Lo spread tra Btp e Bund tedesco avvia la seduta poco mosso a 131 punti, rispetto ai 130 punti della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è stabile all’1,214%

Avvio di giornata poco mosso per le quotazioni del petrolio. Il greggio Wti guadagna lo 0,1% a 82,16 dollari al barile. In positivo anche il Brent che avanza dello 0,30% a 84,72 dollari al barile


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

Le case di Nomadland sono autosufficienti, fatte con la spazzatura e costano fino a 400 mila dollari

Twilight: nella prima sceneggiatura Bella era una guerriera in stile Buffy