in

Guardia di Finanza, scoperti oltre 5.700 evasori totali. Da frodi e sprechi sottratti 6 miliardi al pubblico

MILANO – Evasori totali, persone che il fisco non conosce assolutamente: sono 5.762 e li ha scoperti la Guardia di finanza con la sua attività di controllo, dal primo gennaio del 2021.

Nel rapporto che ha aggiornato anche la consistenza delle truffe sui bonus edilizi, alzando l’asticella sopra quota 5 miliardi di euro, emerge che, complessivamente, sono stati denunciati per reati tributari 19.328 soggetti, 508 dei quali arrestati, mentre il valore dei beni sequestrati poiché profitto dell’evasione e delle frodi fiscali è arrivato a 2,2 miliardi.

Gli accertamenti, svolti in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate, hanno portato a quantificare in 6 miliardi la cifra sottratta a chi ne aveva diritto, ovvero fondi stanziati per la spesa pubblica e finiti nelle mani sbagliate. Si tratta di frodi, sprechi ed episodi di corruzione scoperti dalla Gdf tra il 1 gennaio del 2021 e il 31 maggio di quest’anno. Truffe e sprechi che hanno riguardato fondi statali e dell’Unione europea, spesa sanitaria e assistenziale, fondi bancari assistiti da garanzia, appalti e anche il reddito di cittadinanza. Complessivamente, sono state denunciate 45.700 persone e inviate 7.600 segnalazioni alla Corte dei Conti per un danno alle casse dello Stato di 3,5 miliardi.

Superbonus, le imprese con i cantieri congelati: “Rischiamo di fallire per crediti”

di

Raffaele Ricciardi

17 Giugno 2022

Dei sei miliardi quantificati dalla Guardia di Finanza, oltre 290 sono i milioni di euro di contributi a fondo perduto e i finanziamenti bancari assistiti da garanzia che sono stati percepiti illecitamente e che hanno portato alla denuncia di 2.400 persone, al termine di 12.700 verifiche. Le frodi al sistema sanitario ammontano invece a 549 milioni, e sono ricomprese nei 3,5 miliardi di danni all’Erario, mentre quelle in materia di spesa previdenziale a assistenziale a 365 milioni e quelle ai fondi strutturali Ue a 129 milioni. Nel settore degli appalti sono state invece riscontrate irregolarità per 1,4 miliardi.

Dal bilancio operativo delle Fiamme Gialle, in occasione del 248esimo anniversario della loro fondazione, emerge infine che i controlli sul reddito di cittadinanza, in questo caso in collaborazione con l’Inps, hanno riguardato, in maniera selettiva, soggetti connotati da concreti elementi di rischio. Nel complesso, sono stati scoperti illeciti per 288 milioni – di cui 171 milioni indebitamente percepiti e 117 milioni fraudolentemente richiesti e non ancora riscossi – e sono state denunciate oltre 29.000 persone.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

Genova, l'insospettabile hacker russa ci ricasca: di nuovo arrestata

Star Trek: la serie classica arriva su Pluto TV con un canale interamente dedicato