in

Dl Aiuti, ampliato il taglio del cuneo. E ai prof esperti 5 mila euro in più

Quindici miliardi di euro per gli interventi a favore di famiglie e imprese e altri due miliardi per misure aggiuntive (sanità e proroga sconto benzina) che portano la dote del nuove decreto Aiuti a 17 miliardi. Quasi 3 in più delle risorse previste inizialmente, e senza scostamento di bilancio, ha sottolineato il presidente del Consiglio Mario Draghi. Misure che dovranno traghettare gli italiani fino al prossimo governo, tenendoli il più possibile al riparo dagli effetti dell’inflazione e dell’incertezza geopolitica.

Un pacchetto di interventi che privilegia le famiglie rispetto alle imprese, ha sottolineato il ministro dell’Economia Daniele Franco, e che ai sostegni per il pagamento delle bollette affianca anche 25 milioni per il bonus psicologi, l’anticipo della rivalutazione delle pensioni, il potenziamento fino al 2% il taglio del cuneo fiscale e 200 milioni per gli agricoltori. danneggiati dagli effetti della siccità.

Pensioni. Rivalutate del 2% per i redditi sotto i 35 mila euro

Due misure a favore dei pensionati. Viene anticipato al 2022 il conguaglio sull’inflazione che era previsto a inizio dell’anno prossimo: vale lo 0,2%, ha spiegato il ministro dell’Economia Daniele Franco. Inoltre, per l’ultimo trimestre dell’anno, (mensilità di ottobre, novembre, dicembre e tredicesima) l’importo delle pensioni fino a 35 mila euro viene rivalutato del 2%: anche in questo caso si tratta di una anticipazione, mentre poi dal prossimo anno scatterà una nuova rivalutazione che terrà conto del salto dell’inflazione di quest’anno. Le misure valgono circa un miliardo e mezzo, ha precisato Franco.Per i pensionati inoltre, oltre che per studenti e lavoratori, viene rifinanziato con 101 miliardi il Fondo per il bonus trasporti, che sarà disponibile a partire da settembre.

Draghi: “Per famiglie e imprese 17 miliardi. Cresceremo più di Francia e Germania”

di

Rosaria Amato

04 Agosto 2022

Bollette e accise. Sconti prorogati su luce e gas e sui carburanti

Per aiutare famiglie e imprese ad affrontare il caro-bolette vengono estesi al quarto trimestre 2022 l’azzeramento degli oneri generali di sistema per l’elettricità, la riduzione al 5% dell’aliquota Iva sul gas e l’abbattimento degli oneri generali sul gas è stato portato al 31 dicembre. Portato al 31 dicembre anche il bonus sociale sulle bollette elettriche e del gas, riservato alle famiglie con Isee inferiore a 12 mila euro. Vengono estese al 20 settembre le risorse per l’abbattimento delle accise sulla benzina e gasolio Gpl.C’è poi una novità in materia di welfare aziendale che può dare un ulteriore contributo: nella lista delle spese di cui si può chiedere il rimborso ci sono quelle per il pagamento delle utenze del servizio idrico, dell’energia elettrica e gas naturale. E la soglia dei benefit aziendali detassati raddoppia da 258 a 516 euro.

Buste paga. Costo del lavoro giù da ottobre. Bonus agli esclusi

Più consistente del previsto il taglio al cuneo fiscale, che da luglio (con effetto retroattivo) passa dall’attuale 0,8% al 2%. È la misura su cui ci sono state più critiche da parte dei sindacati, anche se «non da tutti», ha precisato il premier Mario Draghi, aggiungendo che «i mezzi e le disponibilità sono quelli che sono ma sostenere che si dà tutto alle imprese e non ai lavoratori non credo che sia vero». La misura vale 1,2 miliardi, ha precisato il ministro dell’Economia Daniele Franco. In effetti anche il ministro del Lavoro Andrea Orlando aveva chiesto maggiori risorse, anche per consentire una proroga dello smart working per i lavoratori fragili. È stata invece accolta la richiesta di estendere la platea del bonus da 200 euro agli autonomi e ai cassintegrati; da verificare anche per dottori di ricerca, assegnisti e pensionati dal primo luglio.

Scuola. Stipendio più alto per 8 mila docenti. Sindacati contro

Molto contestata la norma del Dl Aiuti bis che istituisce la figura del “docente esperto”, il quale potrà contare su un assegno annuale ulteriore di 5.640 euro annui. I professori esperti non potranno essere più di 8 mila, e verranno selezionati tra i docenti di ruolo che abbiano superato tre percorsi formativi consecutivi. I sindacati, senza eccezioni, dai confederali agli autonomi, contestano sia il contenuto della norma, chiedendo con forza che venga invece rinnovato il contratto per la scuola, e che le risorse vengano distribuite a tutta la categoria e non a pochi privilegiati, sia la forma del provvedimento, che regola materie che andrebbero discusse nel confronto contrattuale. E si obietta che la norma è anche fuori contesto, in un decreto legge che si occupa di sostegni economici.

Siccità. Agli agricoltori ristori per i danni alle loro aziende

Ristori anche per gli agricoltori, colpiti quest’anno da una siccità senza precedenti, che ha quasi prosciugato anche bacini importanti come quello del Po. Viene incrementato di 200 milioni di euro il Fondo di Solidarietà nazionale a sostegno delle imprese e delle cooperative agricole danneggiate, che non hanno sottoscritto coperture assicurative a protezione del rischio siccità. Inoltre, ha spiegato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli, «il Cdm ha già dichiarato lo stato di emergenza per diversi territori e oggi lo ha esteso al Lazio», e il Pnrr prevede interventi strutturali diretti a risolvere i problemi di dispersione idrica. Per gli agricoltori inoltre il Dl Aiuti Bis estende al terzo trimestre il credito d’imposta al 20% sui costi sostenuti per il gasolio destinato ai mezzi agricoli.

Industria. Fondi all’ex Ilva e alle imprese contro i rincari

Confermata la norma salva-Ilva: per scongiurare i rischi di uno stop alla produzione si autorizza Invitalia a sottoscrivere aumenti di capitale o a intervenire con altri strumenti, «comunque idonei al rafforzamento patrimoniale», fino a un importo complessivo di un miliardo.Su richiesta del ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti inoltre vengono rifinanziati per 40 milioni nel 2022 i contratti di sviluppo, per i quali nel 2023 vengono previsti ulteriori 400 milioni e 12 milioni per ciascun anno dal 2024 al 2030. Una misura fondamentale «per sostenere gli investimenti produttivi delle nostre imprese – spiega il viceministro allo Svilppo Gilberto Pichetto – in particolare quelle del settore manifatturiero colpite dalla crisi ucraina e dalle conseguenze della transizione ecologica».


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

Covid: Broccolo, i casi ufficiali sono la punta dell'iceberg

Migranti, a Taranto sbarcano i 659 profughi salvati al largo da Medici senza frontiere: “Dopo 9 giorni in mare: un tempo inaccettabile”