in

Maltempo a Fiumicino, disagi e allagamenti dopo la mareggiata



Dopo lo stato di allerta dei giorni scorsi, adesso è tempo di fare la conta dei danni. Gran parte dello stivale è stato colpito dal maltempo, con forti piogge, vento e mareggiate. Fiumicino, nel laziale, ha registrato disagi e vari allagamenti.

Nei giorni scorsi, il primo cittadino, Esterino Montino aveva dichiarato lo stato di emergenza.

I danni causati dal maltempo a Fiumicino

Le ultime ore per molte regioni d’Italia sono state contrassegnate da maltempo, con forti precipitazioni, folate di vento e violente mareggiate. Mentre nelle isole sono stati sospesi i collegamenti, nella regione Laziale si sono ammassati cumuli di rifiuto nelle scogliere.

Il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, ha dichiarato lo stato di emergenza spiegando che le avverse condizioni meteo degli ultimi giorni ha provocato diversi disagi come allagamenti sia nelle abitazioni private che in strutture pubbliche e balneari.

Gli uomini della protezione civile, i vigli del fuoco e la polizia si sono sin da subito attivati per le operazioni di messa in sicurezza, soprattutto dopo la mareggiata dei giorni scorsi che ha accumulato dei detriti sulle scogliere, ma anche nella strada di accesso alla zona territoriale.

Al momento sono in corso i lavori per la rimozione totale dei detriti; finora è stata sgombrata solamente la zona nel piazzale antistante il Porticciolo, invece, nelle spiagge e su via del Faro le operazioni di smaltimento devono ancora essere effettuati.

Lo smaltimento dei rifiuti ingombranti

La quiete dopo la tempesta. Per la regione Lazio dopo le ultime ore che hanno visto il maltempo in prima linea, tornato il sereno è tempo di stimare la conta dei danni e di rimuovere i detriti, cumuli di rifiuti della mareggiata che ha coinvolto il litorale di Fiumicino.

Roberto Severino, Capogruppo della lista civica Crescere Insieme, ha lanciato un appello a tutti i cittadini che sono stati colpiti dal cattivo tempo e che sono stati costretti ad evacuare, quindi lasciare le proprie abitazioni.

La sollecitazione è rivolta a coloro hanno subito dei danni irreversibili al mobilio delle loro case: tavoli, sedie, cucine, completamente rovinate dall’acqua e hanno difficoltà a smaltire questi rifiuti speciali ed ingombranti:

“chiediamo di organizzare una raccolta speciale di rifiuti ingombranti per venire incontro a tutti i cittadini costretti ad affrontare questa spiacevole situazione”.

Comunica in una nota Severino, aggiungendo che l’altra opzione sarebbe quella di collocare nei pressi di Parco Scagliosi dei cassonetti, in maniera tale da dare la possibilità a tutti i residenti di liberarsi dalle macerie.


Fonte: https://www.nanopress.it/s/cronaca/feed/


Tagcloud:

Finalmente la verità sulla reunion tra Hunziker e Trussardi: parla chi conosce benissimo la situazione

Elodie e Andrea Iannone a letto insieme: la foto della passione