in

Licenziamenti, Pd propone blocco selettivo fino al 30 settembre

Tredici settimane di cassa Covid aggiuntiva, dal primo luglio a fine settembre, per le imprese che sottoscrivono un apposito accordo con le organizzazioni sindacali e che appartengono ai settori ancora in crisi, individuati con decreto ministeriale dei ministeri del Lavoro e dello Sviluppo economico, con contemporaneo blocco delle procedure di licenziamento. E’ questa la proposta principale su cui punta il Pd per modificare il decreto Sostegni-bis e prolungare selettivamente lo stop ai licenziamenti. L’emendamento è stato depositato in Commissione Bilancio della Camera.

La scadenza al 30 giugno

Saltata la proroga al 28 agosto per le aziende che avessero chiesto la cig Covid dall’entrata in vigore del decreto Sostegni bis entro la fine del mese successivo, il blocco dei licenziamenti ha scadenza 30 giugno, mentre slitta al 31 ottobre esclusivamente per le aziende che utilizzano il FIS o la cassa in deroga (CIGD).

Un drone spaventa le sterne: migliaia di uova abbandonate sulla spiaggia

La Scuola che verrà. Il manifesto dei docenti: “Al centro conoscenza e sapere e zero burocrazia”