in

Cartelle fiscali, verso una nuova sospensione e rimodulazione

ROMA – Il governo sta considerando una nuova dilazione del pagamento delle cartelle fiscali prima sospese per via della pandemia e poi notificate a partire dal primo settembre. Lo ha detto il sottosegretario all’Economia, Federico Freni, rispondendo a un’interrogazione M5s in commissione Finanze alla Camera, nella quale si sollecitava “un intervento normativo ad hoc volto a differire al primo gennaio 2022 le attività di notifica e di riscossione da parte dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione”.

“E’ in corso di valutazione da parte del governo l’inserimento in uno dei prossimi provvedimenti normativi di un pacchetto di norme che, in considerazione degli effetti economici dell’emergenza Covid.19, intervengano tra l’altro, sui termini di pagamento delle cartelle notificate nel periodo dal primo settembre 2021”, ha detto Freni, aggiungendo che in particolare si sta studiando “la rimodulazione dei termini per pagare le rate della ‘Rottamazione Ter’, e del ‘saldo e stralcio’ e l’estensione del numero di rate il cui mancato pagamento determina la decadenza dei provvedimenti di rateizzazione in corso prima dell’inizio della sospensione Covid-19”.

Proprio ieri, ricordano in una nota Vita Martinciglio e Giovanni Currò, rispettivamente capogruppo e vicepresidente M5S della commissione Finanze alla Camera,  nelle risoluzioni delle commissioni Finanze di Camera e Senato, approvate con il voto di tutte le forze di maggioranza, si è chiesto al governo di “adottare quanto prima alcuni interventi in materia fiscale”, e in particolare “l’ulteriore rinvio nella riscossione delle cartelle esattoriali notificate a partire dal 1° settembre”, con “un’estensione da 60 a 150 giorni del termine ultimo per procedere al pagamento”.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

La Camera approva all'unanimità la legge sulla parità salariale, ora esame del Senato

Napoli, il prof no Green Pass fa lezione all'aperto: “L'obbligo ricorda gerarchi nazisti”