in

Haiti, rapito ingegnere italiano. Il sequestro per fini estorsivi

ROMA – È stato rapito mentre si trovava in un cantiere per la costruzione di una strada ad Haiti. Giovanni Calì, 74 anni, di origini siciliane, è sotto sequestro dalla mattina di ieri, ora locale. Calì è un ingegnere in pensione che risiede ad Haiti, come risulta dall’Inps, ma continua a lavorare per conto della multinazionale “Bonifica spa” che ha molti cantieri nelle Americhe.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml


Tagcloud:

2 Giugno, Mattarella: 'Straordinaria opportunità, tempo di rinascita'

La pm che raccolse le confessioni di Brusca: “Mi tese la mano, io la rifiutai ma ci aiutò a smantellare i clan”