in

Covid Italia, il bollettino del 29 dicembre: 98.020 i nuovi casi e 136 i decessi

Cresce ancora il numero dei nuovi positivi nel nostro Paese e oggi sfiora i 100mila casi. In Italia nelle ultime 24 ore si sono registrati, infatti, 98.020 nuovi contagiati e 136 decessi. Sono 1.029.429 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.034.677. Il tasso di positività sale al 9,5%, rispetto al 7,57% di ieri. Sono 1.185 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 40 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 126. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 10.578, ovvero 489 in più. E aumenta anche il numero dei pazienti ricoverati con sintomi: nelle ultime 24 ore sono 10.578, ovvero +489 rispetto al giorno precedente e crescono anche le intensive, con 40 nuovi ricoverati oggi, che portano il totale dei pazienti più gravi a 1185.

VALLE D’AOSTA

Sono 229 i nuovi casi di contagio registrati in Valle d’Aosta nelle ultime 24 ore. È quanto si legge nel bollettino sull’andamento della pandemia della Regione. Nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono 22 i guariti. Sono 1.586 gli attuali positivi di cui 2 in terapia intensiva, 28 nell’ospedale Parini, 1.556 in isolamento domiciliare.

TRENTINO

Sono 229 i nuovi casi di contagio registrati in Valle d’Aosta nelle ultime 24 ore. È quanto si legge nel bollettino sull’andamento della pandemia della Regione Valle d’Aosta. Nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono 22 i guariti. Mentre1.586 persone sono attualmente positive di cui 2 sono ricoverate in in terapia intensiva, 28 nell’ospedale Parini, 1.556 in isolamento domiciliare.

ALTO ADIGE

Il Covid-19 causa un’altra vittima in Alto Adige. Il totale dei decessi dall’inizio dell’emergenza sanitaria sale così a 1.301. Le nuove infezioni accertate dai laboratori dell’Azienda sanitaria provinciale nelle ultime 24 ore sono 495: di queste 130 sono state rilevate sulla base di 1.584 tamponi pcr (358 dei quali nuovi test) e 365 sulla base di 10.201 test antigenici. Un quarto dei nuovi contagi (126) si concentra nella fascia d’età fra i 20 ed i 29 anni; solo il 10 per cento, pari a 50, le nuove infezioni nelle fasce d’età sopra i 60 anni. I pazienti Covid-19 ricoverati sono 160, sei in più rispetto a ieri: 18 vengono assistiti in terapia intensiva, 87 nei normali reparti ospedalieri e 55 (6 in più) nelle strutture private convenzionate (postacuti). Le persone in quarantena o in isolamento domiciliare sono 7.141 (227 in più), mentre quelle dichiarate guarite sono 221, per un totale di 95.270.

PIEMONTE

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 9.671 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 7.668 dopo test antigenico), pari al 12% di 80.826 tamponi eseguiti, di cui 65.734 antigenici. Dei 9.671 nuovi casi gli asintomatici sono 6.559 (67,8%). I casi sono così ripartiti: 7.466 screening, 1.683 contatti di caso, 522 con indagine in corso.  I ricoverati non in terapia intensiva sono 1.147 (+29 rispetto a ieri). I ricoverati in terapia intensiva sono 99 (+7 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 53.707 I tamponi diagnostici finora processati sono 11.577.885 (+80.826 rispetto a ieri), di cui 2.707.690 risultati negativi. Sei i decessi di persone positive al test del Covid-19, nessuno di oggi, comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte (il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale diventa quindi 12.029 deceduti risultati positivi al virus.

VENETO

Continua ad aumentare il numero dei nuovi contagi da coronavirus in Veneto. Nelle ultime 24 ore, a fronte di 28.856 tamponi molecolari e 91.211 antigenici sono risultati 8.666 casi positivi, lo comunica il bollettino quotidiano della regione. Sono 23 i deceduti. Per quanto riguarda i ricoveri risultano 1.167 in area non critica (+117) e 180 (+15) in terapia intensiva.

LOMBARDIA

È schizzato al 15,5% il tasso di positività in Lombardia: ieri era al 12,8%, il giorno prima all’11,4%. A fronte di 209.685 tamponi effettuati, sono infatti 32.696 i nuovi positivi, quasi 4000 in più di ieri, quando erano 28.795. Sono 191 i ricoverati nelle terapie intensive (-2 su ieri), 1.831 negli altri reparti, in crescita di 133. E sono 28 i decessi per un totale di 35.008 da inizio pandemia.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 10.922 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.484 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 13,59%. Sono inoltre 16.095 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 333 casi (2,07%). Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi, il quale in relazione al significativo numero di positivi ha spiegato che bisogna tenere in considerazione “l’effetto coda del periodo festivo”. La prima fascia d’età per quel che riguarda il contagio odierno è la 0-19 (19,65%), seguita dalla 20-29 (18,60), dalla 40-49 (17,17), dalla 50-59 (15,58%) e infine dalla 30-39 (13,15%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 6 persone. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 27 e i pazienti ospedalizzati in altri reparti scendono a 278. I decessi complessivamente sono stati 4.203. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 151.626 persone.

LIGURIA

Record di nuovi positivi al Covid in un giorno in Liguria: sono 1634, mai erano stati così tanti. Sono emersi da 8111 tamponi molecolari e 13225 test rapidi. Il tasso di positività è del 7,65%. Il maggior numero di casi, 651 è stato riscontrato nell’area genovese, seguono lo Spezzino con 301 casi, il Savonese con 297, l’Imperiese con 255, il Tigullio con 97, mentre 33 positività sono in cittadini non residenti in regione. Il totale dei positivi in Liguria è 14.893, sono 709 più di ieri. Sono in calo gli ospedalizzati: 543, sei in meno rispetto a ieri. Tra questi malati 38 sono in terapia intensiva (26 non vaccinati), ieri erano 41. La pressione sugli ospedali cala ovunque tranne che in quelli di Sestri Levante (+2), Lavagna (+3), Sarzana (+6). Ci sono stati quattro decessi, tre uomini e una donna di età compresa tra i 61 e i 91 anni. A casa tra malattia e quarantena ci sono oltre 22 mila persone.In isolamento domiciliare ce ne sono 11608, 634 più di ieri, e in sorveglianza attiva ce ne sono 10457, erano 9854.Nelle ultime 24 ore sono state fatte 15663 vaccinazioni.

EMILIA-ROMAGNA

In Emilia-Romagna numero record di nuovi casi di coronavirus registrati in sole 24 ore: i contagi giornalieri volano oltre quota 4mila – 4.134 – il dato più alto dall’inizio della pandemia, complice l’altrettanto numero record di tamponi, oltre 53.300. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 7,7%. Età media dei contagiati 37,2 anni. Lo comunica la Regione nel bollettino quotidiano. La situazione dei ricoveri al momento è abbastanza stabile nelle terapie intensive dove ci sono 113 pazienti con Covid-19 (uno in più da ieri), mentre negli altri reparti ci sono 1.305 degenti, 19 in più da ieri. Oggi si contano altri 11 decessi con Covid. Complessivamente sono 62.503 i casi attivi di coronavirus in regione (+3.142), di cui il 97,7% in isolamento domiciliare.

TOSCANA

I nuovi casi Covid registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 7.304 su 56.064 test di cui 24.034 tamponi molecolari e 32.030 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 13,03% (50,4% sulle prime diagnosi). Il dato è stato diffuso dal presidente della Toscana Eugenio Giani. Il numero dei contagi giornalieri segna un nuovo record – stracciato quello di ieri -, ed è più che triplicato nel giro di una settimana: lo scorso 22 dicembre i casi erano stati 2.038 (su 43.963 test con un tasso di nuovi positivi del 4,64%). Ieri i casi giornalieri erano stati 4.453 su 57.458 test, con tasso dei nuovi positivi del 7,75% (44,6% sulle prime diagnosi).

UMBRIA

Ancora un picco di nuovi positivi al Covid in Umbria nell’ultimo giorno, 3.171. “Si tratta di un numero decisamente alto, mai registrato che però lascia sperare bene sul fronte della gravità della malattia” ha comunque rilevato l’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto. “Sul versante dell’ospedalizzazione infatti, i numeri sono decisamente confortanti, visto che ad oggi i ricoverati sono 122 di cui otto pazienti in terapia intensiva. Di questi, all’incirca la metà non sono vaccinati” ha aggiunto. Sempre nell’ultimo giorno c’è stata una nuova vittima per il virus e sono stati accertati 250 guariti. Gli attualmente positivi sono ora 14.011, 2.920 in più. I ricoverati nei reparti ordinari sono dieci in più rispetto a martedì mentre restano stabili i posti occupati nelle terapie intensive. Crescono del 27 per cento in un giorno gli umbri in isolamento, ora 13.889.Sono stati analizzati 5.930 tamponi e 17.252 test antigenici, con un tasso di positività pari al 13,67 per cento (10,5 per cento martedì).

LAZIO

 Record di casi anche nel Lazio (5248) con aumento dell’Rt a 1.08 e dei tassi di occupazione di area medica e intensiva rispettivamente al 15% e al 10%. Dati che se confermati porterebbero la Regione in giallo nella prima settimana di gennaio. Oggi i decessi sono 10 (-9), 1.070 i ricoverati (+45), 147 le terapie intensive (+12) e +1.188 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 5,9%. I casi a Roma città sono a quota 2.381.

MARCHE

Sono 1.707 i casi di Covid-19 individuati nelle Marche nelle ultime 24 ore, il 18,6% rispetto ai 9.165 tamponi processati nel percorso per le nuove diagnosi, mentre il tasso di incidenza cumulativo su 100 mila abitanti è salito a 423,80. Il maggior numero di positivi è stato registrato nelle province di Ancona (560) e Fermo (416), mentre il numero più alti di nuovi casi (594) è avvenuto per contatto domestico; la fascia di età maggiormente interessata dai contagi è quella 25-44 anni (581 casi).

ABRUZZO

Sono 921 (di età compresa tra 1 e 95 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 98.633. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi (di età compresa tra 37 e 89 anni, uno in provincia di Chieti e due in provincia di Pescara) e sale a 2634. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 85.586 dimessi/guariti (+398 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10413 (+520 rispetto a ieri).Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità precisando che nel totale sono ricompresi anche 2992 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche. Centosettantadue pazienti (+12 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 24 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10.217 (+508 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 6.707 tamponi molecolari (1.713.399 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 26.886 test antigenici (1.721.782). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 2.74 per cento. 

MOLISE

CAMPANIA

Sono 9.802 i nuovi casi di Covid in Campania nelle ultime 24 ore, su 111.379 test molecolari e antigenici. I decessi sono 7 nelle ultime 48 ore; 4 persone sono decedute in precedenza ma sono state registrate ieri. Dei 656 posti letto di terapia intensiva disponibili, ne sono occupati 37; dei 3.160 posti letto di degenza disponibili, compresi quelli da privati, ne sono occupati 587.

BASILICATA

In Basilicata ieri sono stati processati 2.330 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 484 (e tra questi 440 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 45 guarigioni, delle quali 41 relative a residenti in Basilicata. Lo fa sapere la task force regionale. In totale sono 55 le persone ricoverate, di cui 2 in terapia intensiva. Sempre ieri sono state effettuate 5.990 vaccinazioni. Al momento sono 444.058 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (80,3 per cento) e 412.380 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (74,5 per cento) e 149.654 quelli che hanno ricevuto la terza dose (27 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.006.092 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

PUGLIA

Su 73.314 test eseguiti in Puglia sono 2.885 le persone risultate positive al Covid nelle ultime 24 ore, con un tasso di positività del 3,9%, stabile rispetto a ieri. Si registrano, inoltre, sette decessi. Sono 16.035 le persone attualmente positive, 203 quelle ricoverate in area non critica, 24 in terapia intensiva. Entrambi i dati relativi ai ricoveri sono in lieve aumento rispetto al giorno prima: 4 in più in area non critica, 2 in più in terapia intensiva. Questa la suddivisione dei nuovi contagi per provincia: nel Barese 926, nella Bat 368, nel Brindisino 328, nel Foggiano 292, in provincia di Lecce 630, nel Tarantino 256, 78 sono residenti fuori regione e altri 7 di provincia in definizione. Complessivamente, dall’inizio della pandemia, sono 299.150 i pugliesi contagiati dal Covid e 6.962 i decessi.

CALABRIA

Nuovo record di positivi in Calabria: sono 1.590 i contagi riscontrati nelle ultime 24 ore con 12.777 tamponi eseguiti e il tasso che dal 9,51 sale al 12,44%. Sei i decessi – cinque nel Cosentino: due dei quali avvenuti ieri e gli altri 31 ottobre, il 12 novembre e il 13 dicembre scorsi, e uno nel Reggino – che portano il totale delle vittime da inizio pandemia a 1.601. Aumenta anche la pressione sulle strutture ospedaliere: 18 sono i nuovi ricoverati nei reparti di area medica( 313) e quattro nelle terapie intensive (28). I guariti sono 302 (93.174) mentre gli attualmente positivi 13.314 (+1.282); gli isolati sono 12.973 (+1.260). In Calabria, ad oggi – secondo i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali della Regione Calabria – il totale dei tamponi eseguiti è pari a 1.639.521. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 108.089.

SICILIA

SARDEGNA

Sono 771 i nuovi casi di Covid registrati in Sardegna nelle ultime 24 ore, a fronte di 5.209 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 18.203 tamponi. Lo rende noto la Regione Sardegna. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 15 ( 3 in più di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 142 (6 in più di ieri). Sono 6306 i casi di isolamento domiciliare ( 558 in più di ieri). Si registra anche il decesso di una donna di 86 anni, residente nella provincia di Oristano.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml


Tagcloud:

Bari, ferisce a coltellate la moglie che aveva deciso di separarsi: arrestato 56enne

Omicidio Ciatti, di nuovo libero il ceceno che sferrò il calcio mortale